Home / Scuole / Infanzia / Fonterosa / Scuola dell’infanzia Fonterosa: Teatro e divertimento

Scuola dell’infanzia Fonterosa: Teatro e divertimento

Quest’anno la scuola dell’infanzia Fonterosa, coerente con la  programmazione annuale che tratta il tema della consapevolezza di sé, ha pensato di attivare un particolare progetto teatrale finalizzato a creare una situazione di gioco-lavoro dove l’educatore-regista guida i bambini in momenti di gioco e laboratori, in un clima di ampia motivazione, coinvolgimento e cooperazione:  quello che conta è il percorso prima ancora del prodotto finale. Il percorso realizzato si è basato su due libri distinti in modo da poter affrontare la tematica del sé in maniera più idonea possibile in base all’età.
Il libro usato per realizzare il percorso dedicato ai bambini di 4 e 5 anni è Gisella Pipistrella di Jeanne Willis una storia piacevolissima in grado di insegnare e divertire allo stesso tempo.
Un luogo pieno di animali che non riescono a comprendere né il punto di vista di uno di loro né le parole che quest’insolita protagonista dice….è una pipistrella che vede il mondo al contrario e che se piove invece di chiedere un ombrello per coprirsi la testa lo vuole per coprirsi i piedi, che vede le montagne con la parte larga in su e con la punta in giù. Tutti pensano che Gisella sia strana e abbia bisogno di un bell’esame alla testa perché considerata addirittura pericolosa. Arriva il Saggio Gufo che consiglia a tutti di provare a guardare il mondo come Gisella ed ecco che il libro, per poter essere letto, deve essere capovolto! Adesso tutti condividono il punto di vista di Gisella e tutti si rendono conto che non esiste un solo modo di vedere il mondo e che i pregiudizi non fanno altro che allontanare gli individui.
Drammatizzazione, giochi di ruolo e giochi di gruppo per rafforzare il concetto che siamo tutti uguali e che l’unione fa la forza.
Per i bambini di 3 anni il libro usato è stato Un colore tutto mio di Leo Lionni: la storia tenera e delicata di un camaleonte alla ricerca di se stesso, di un cucciolo alla ricerca della propria identità che scopre la bellezza della propria particolarità quando riesce a condividerla con qualcuno. Un libro per giocare con i colori, per imparare come si trasformano i camaleonti, per farsi venire voglia di pitturare, di mischiare colori ed elementi della natura.
L’idea di un progetto teatrale nasce non solo dal desiderio di proporre sempre nuove esperienze ai bambini, ma anche dalla consapevolezza di proporre percorsi in grado di “tirare fuori” le potenzialità e le possibilità espressive di ogni bambino nel rispetto delle singolarità. L’esperienza teatrale contribuisce a rendere i bambini capaci di maggiore autonomia nell’agire e nel riflettere all’interno di un gruppo. Approcciarsi al piacere del teatro permette ai bambini di esprimersi creativamente, di prendere coscienza delle proprie modalità espressive e sviluppare capacità di comunicazione in modo da migliorare la coesione di un gruppo.