Home / News / Lo spazio ritrovato

Lo spazio ritrovato

 

L’ORTO della scuola Pio Borri rappresenta la filosofia del Comprensivo Cesalpino: prendersi cura dei nostri ragazzi, curandoli giornalmente, proteggendoli dalle “intemperie”, favorendo la loro crescita e il loro benessere. È un luogo denso di opportunità: si coltivano ortaggi, ma anche curiosità, sogni, conoscenze; ci si allena alla fatica; si capisce il valore del prendersi cura e si ha la consapevolezza che per cogliere i frutti del proprio lavoro ci vuole tempo.
Nasce da un’idea del maestro Paolo Gori, che con energia, determinazione ed entusiasmo aiutato dai colleghi e dai genitori è riuscito a realizzare quell’idea. Nel tempo con la collaborazione del dottor D’Arcangelo, della maestra Anna, della Provincia e del Comune lo spazio si configurò nel modo come lo conoscono la maggior parte di noi. Quando il Maestro Paolo è andato in pensione la maestra Anna ha continuato a sensibilizzare e formare le colleghe, che, volentieri, si sono fatte coinvolgere, cogliendo l’immenso potenziale di questa “aula all’aperto”. Un punto di riferimento importante del progetto è stata, fino a poco tempo fa, la maestra Rosanna Foglietta, che, con la sua profonda conoscenza delle piante e del mondo naturale, ha affascinato ragazzi e adulti.
Proficue e determinanti sono state le collaborazioni con alcune associazioni del territorio: Legambiente, nella persona di Ilaria Violin -vera forza della natura-, Villa Chianini e il centro Falciai…..ogni singola esperienza è stata motivo di conoscenza e di vero scambio umano, empatico e inclusivo.
Un elemento fondamentale, forza propulsiva del progetto, sono stati i nostri meravigliosi genitori e i fantastici nonni: instancabilmente hanno preparato il terreno, fornito informazioni e consigli, zappato, vangato, innaffiato, accompagnato e supportato bambini e maestre in tante esperienze. E negli ultimi due anni, nonostante le difficoltà della pandemia, ci hanno donato nuove piante da frutto, un melograno e un pesco, a testimonianza di una grande volontà di far continuare questo percorso ai nostri ragazzi. L’entusiasmo ha colpito anche la Famiglia Cini: generosamente ha donato i tavoli e le tende di copertura dell’aula “fuori dall’aula”, ambiente dove i bambini potranno fare esperimenti e attività didattiche.

A breve termineranno alcuni lavori di ripristino e manutenzione di questo luogo magico, voluti conforza e convinzione dal nostro dirigente scolastico, dottoressa Sandra Guidelli, e realizzati con cura dagli Uffici preposti del Comune: ci prepariamo con emozione e gioia all’inaugurazione.
Un grazie immenso, quindi, va ad ognuno di questi splendidi protagonisti, che, unendosi, hanno formato una comunità viva, propositiva e solidale, capace di alimentare quel cuore pulsante che è la Pio Borri.